Come genitori, combattere il cattivo umore inizia imparando a rilassarci, ma anche insegnando ai nostri figli determinate regole.

I motivi per cui possiamo perdere la pazienza sono diversi, a partire dalla stanchezza accumulata durante una giornata di lavoro fino alla frustrazione di doverti relazionare con un bambino – il tuo – che ancora non è in grado di controllare i suoi impulsi e le sue emozioni. Tuttavia, non importa il perché, esiste la maniera per evitare di finire sull’orlo di una crisi di nervi.

I motivi per cui possiamo perdere la pazienza sono diversi, a partire dalla stanchezza accumulata durante una giornata di lavoro fino alla frustrazione di doverti relazionare con un bambino – il tuo – che ancora non è in grado di controllare i suoi impulsi e le sue emozioni. Tuttavia, non importa il perché, esiste la maniera per evitare di finire sull’orlo di una crisi di nervi.

Bisogna tenere a mente, infatti, che i bambini copiano i loro genitori in tutto, modello di comportamento incluso. Se ci arrabbiamo e gridiamo, allora lo faranno anche loro. Dobbiamo sempre metterci nei loro panni, ascoltarli e aiutarli a canalizzare le loro emozioni, ma anche riprenderli quando sbagliano e saper dire di no quando è necessario.

Pertanto, per evitare situazioni spiacevoli che non piacciono proprio a nessuno, ogni genitore dovrebbe provare a ritagliarsi del tempo per leggere un libro, ad esempio, o per guardare un film. O magari anche solo per farsi una passeggiata da solo. Inoltre, è fondamentale, possibilmente almeno una volta alla settimana, incontrare amici o fare sport, rigorosamente senza figli al seguito.

Mostra commentiChiudi commenti

Lascia un commento